Come Conservare le Castagne

In questa guida spieghiamo come conservare le castagne.

Come conservare le castagne crude
Da crude le castagne possono essere conservate in frigorifero o nel freezer. Nel primo caso dovete prima mettere le castagne a bagno per nove giorni (metodo della Novena), cambiando loro l’acqua ogni giorno ed eliminando le castagne che galleggiano. Le rimanenti devono essere asciugate con cura e poi riposte in sacchetti di juta o cassette di legno nel frigorifero a una temperatura di massimo +3°. In frigorifero possono resistere per massimo 3 mesi.
Se volete conservarle nel ripiano del freezer, prima di congelarle eliminate quelle poco buone quindi, se avete intenzione di usarle come caldarroste, incidete la buccia di quelle rimaste con un apposito castrino da castagne. Pulitele bene e riponetele negli appositi sacchetti per il freezer e congelatele a -20°. Possono resistere per un massimo di 12 mesi.

Come conservare le castagne secche
Se decidete di conservare le castagne secche in vasi, non utilizzate vasi troppi grandi. L’ideale è chiudere i vasi con i frutti ancora caldi, appena usciti dal disidratatore e poi chiudere subito il vaso. Ricordate che ogni volta che aprirete il vaso entrerà dell’aria umida.
La soluzione migliore consiste nel conservare le castagne in sacchetti sottovuoto, utilizzando una macchina sottovuoto come queste. Senza ossigeno e acqua, le castagne si conserveranno a lungo.

Come conservare le castagne sotto la sabbia
Cosa vi occorre:
sabbia o segatura
Se volete insabbiare le castagne per conservarle, dovete procurarvi sabbia o segatura e un contenitore molto grande. Procedete così: formate un primo strato di sabbia, poi uno di castagne, poi uno strato di sabbia e ancora castagne, fino a terminare le castagne, ricoprendole con un ultimo strato di sabbia. Con questo metodo si conservano per 2 mesi.

Come conservare le castagne cotte
Cosa vi occorre:
qualche foglio di carta da cucina
Se preferite conservare le castagne già cotte, quindi pronte al consumo, potete cucinarle come caldarroste o ballotte lessate, poi farle raffreddare e infine congelarle nei sacchetti alimentari, se le avete fatte arrosto togliete la buccia. Si conserveranno per 6 mesi.