Come Fare gli Stacchi a Gamba Tesa

Gli stacchi a gambe tese sono uno di quegli esercizi che ti permette di prendere non due, ma ben tre piccioni con una fava. Infatti questo fantastico ed unico esercizio ti permetterà di allenare tre gruppi muscolari, ovvero: lombari, glutei e bicipiti femorali.

Con l’ausilio di questa guida capirete come eseguire correttamente questo esercizio stacchi a gambe parallele. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è solo un bilanciere da caricare col peso da noi ritenuto più opportuno. Essendo un esercizio molto faticoso e per il quale bisogna avere molta concentrazione consiglio di non partire a mille usando un peso troppo alto. Va bene anche solo farlo a bilanciere libero per cominciare.

Posizione di partenza. La posizione di partenza da assumere sembra essere molto semplice, eppure non è così, Mantenendo l’apertura naturale della gambe, ovvero leggermente divaricate, bisogna tenere ben saldi i glutei, lombari ed addominali e piegarsi in avanti, mantenendo le gambe ben dritte (le ginocchia non devono assolutamente piegarsi).

Presa delle mani. Dalla posizione di partenza spiegate sopra, dobbiamo afferrare il bilanciere davanti a noi ai nostri piedi. La presa deve essere ben salda e disponiamo di due opzioni, bisogna scegliere la più comoda per noi. La prima è classica e spontanea e consiste nel prendere il bilanciere avendo i palmi rivolti verso di noi. La seconda è più particolare e consiste nel tenere uno dei palmi rivolto verso di noi, mentre l’altro rivolto dalla parte opposta; questa guida ci consentirà di disporre di un migliore equilibrio.

Movimento da eseguire. Scelta la presa di mani e posizionatoci in posizione di partenza il movimento da eseguire consiste nel salire verso l’alto, mantenendo il petto ben in fuori e lo sguardo fisso davanti a noi. Non si deve spezzare la postura, gambe e tronco devono stare ben saldi. Respiriamo regolarmente. Una volta saliti, col petto rigorosamente in fuori, pieghiamoci nuovamente in avanti, questa volta senza fare toccare a terra il nostro bilanciere. Se eseguito correttamente sentiremo contrarre i muscoli coinvolti.

Varianti dell’esercizio. Per eseguire l’esercizio variando possiamo utilizzare due manubri eseguendo lo stesso movimento sopra descritto, ma facendo bene attenzione a coordinare i movimenti dei due. Come detto precedentemente si può effettuare a bilanciere libero oppure per chi ritiene troppo pesante il bilanciere, può ricorrere ai bastoni di legno usati solitamente per fare esercizi aerobici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *